Café polyglotte sur le net (Language forum)
Vous souhaitez réagir à ce message ? Créez un compte en quelques clics ou connectez-vous pour continuer.

il cantico dei drogati

4 participants

Aller en bas

il cantico dei drogati Empty il cantico dei drogati

Message  PatrickB Lun 27 Nov - 11:37

Cantico dei drogati


Ho licenziato Dio
Gettato via un amore
Per costruirmi il vuoto
Nell'anima e nel cuore
Le parole che dico
Non han più forma né accento
Si trasformano i suoni
In un sordo lamento
Mentre fra gli altri nudi
Io striscio verso un fuoco ( strisciare = se traîner, ramper )
Che illumina i fantasmi
Di questo osceno giuoco ( = gioco )
Come potrò dire a mia madre che ho paura?
Chi mi riparlerà
Di domani luminosi
Dove i muti canteranno ( i muti = les muets )
E taceranno i noiosi
Quando riascolterò
Il vento tra le foglie
Sussurrare i silenzi
Che la sera raccoglie
Io che non vedo più
Che folletti di vetro ( un folletto = un lutin )
Che mi spiano davanti
Che mi ridono dietro
Come potrò dire a mia madre che ho paura?                                                  


Perché non hanno fatto
Delle grandi pattumiere ( una pattumiera = une poubelle )
Per i giorni già usati
Per queste ed altre sere
E chi, chi sarà mai
Il buttafuori del sole ( un buttafuori = un videur )
Chi lo spinge ogni giorno ( spingere = pousser )
Sulla scena alle prime ore
E soprattutto chi
E perché mi ha messo al mondo
Dove vivo la mia morte
Con un anticipo tremendo?
Come potrò dire a mia madre che ho paura?
Quando scadrà l'affitto ( scadere = expirer, arriver à échéance )
Di questo corpo idiota
Allora avrò il mio premio
Come una buona nota
Mi citeran di monito ( je servirai d’avertissement )
A chi crede sia bello
Giocherellare a palla
Con il proprio cervello
Cercando di lanciarlo
Oltre il confine stabilito
Che qualcuno ha tracciato
Ai bordi dell'infinito
Come potrò dire a mia madre che ho paura?
Tu che m'ascolti insegnami
Un alfabeto che sia
Differente da quello
Della mia vigliaccheria ( = lâcheté )


Imparo l’italiano con un Professore d’origine italiana. Questa settimana, ci ha proposto una canzone italiana: il cantico dei drogati di Fabrizio De André. Il testo di questa canzone è molto difficile, motivante. Anche il professore ci ha detto che la vita dell’autore era costellata per la dipendenza dall’alcol.
Personalmente una frase del “cantico” mi ha fatto pensare a un problema da Edipo.
“come potrò dire a mia madre che ho paura?”

Perché per me, non è normale per un bambino, di non dire a sua madre che ha paura e che in questo caso il bambino pensa che il suo posto non è sotto la madre ma sopra come un maschio che vuole salvaguardare la moglie.

Ho trovato una spiegazione da Lacan tra la dipendenza e il complesso d’Edipo.
Quando i bambini hanno paura, la prima persona a chi vogliono parlare è la loro madre. Se non lo fanno allora c’è un problema. Infatti, non è solo la relazione tra il figlio e la mamma ma nel il triangolo madre, padre, figlio che non sia èbuona.
Se il figlio non può esprimere la sua paura alla mamma, è che il figlio non è sotto la madre ma sopra come un maschio e allora dov’è il padre? L’ha ucciso?
La malattia dell’autore della canzone mi sembra di non avere risolto il suo complesso d’Edipo
Normalmente il figlio realizza che non può sposare sua madre che appartiene a suo padre. E dunque ha l’autorizzazione del padre per essere un maschio e andare via a cercare una donna fuori della famiglia. (In chiaro l’amore del papa per la moglie permette al figlio di tagliare il filo che lo collega alla mamma)

Nella visione lacaniana, il complesso di Edipo implica la relazione triangolare tra il bambino, il genitore dello stesso sesso, e il genitore del sesso opposto. Il linguaggio e i simboli giocano un ruolo cruciale nella costruzione dei desideri e delle identità durante questa fase. Così, il complesso di Edipo in Lacan diventa un elemento chiave nella formazione della soggettività e della struttura psichica.

La prospettiva lacaniana sulle dipendenze non è esplicitamente definita nel suo lavoro, ma alcuni psicoanalisti hanno esplorato i possibili legami tra le dipendenze e il complesso di Edipo secondo la sua teoria.

Alcuni argomenti suggeriscono che le dipendenze potrebbero essere interpretate come sostituti simbolici dei desideri irrisolti associati al complesso di Edipo. I comportamenti di dipendenza potrebbero servire come meccanismo di difesa contro l'ansia o il conflitto irrisolto legato a questa fase dello sviluppo psichico.

Tuttavia, è essenziale notare che le prospettive sulle dipendenze sono varie, e esistono molte altre teorie e approcci per comprendere questi comportamenti complessi. La relazione tra le dipendenze e il complesso di Edipo nella prospettiva lacaniana non è universalmente accettata e continua ad essere dibattuta.

Allora ho fatto delle ricerche a proposito di Fabrizio De Andrè e la sua infanzia, suo padre e sua mamma. Ha avuto una infanzia difficile con il padre, il suo e il rappresentante del Padre, un gesuita, chi l’avrebbe abusato sessualmente. Ma è vero ?






PatrickB
PatrickB

Messages : 651
Lieu : café de Calais (et d'ailleurs - déplacements)
Langues : Français (Langue maternelle) , Gb

Revenir en haut Aller en bas

il cantico dei drogati Empty Re: il cantico dei drogati

Message  MurielB Mer 29 Nov - 14:25

legami tra le dipendenze e il complesso di Edipo è molto interesante

_________________
France Merci de me faire part des grosses fautes dans mes messages en langue étrangère (en Message Privé). Grâce à vos remarques, je pourrai m'améliorer  :-) 
Pour n'importe quelle  question =>muriel.bercez@gmail.com
Pour connaitre le mode d'emploi=>PRESENTATION
You Don't speak French              =>Gb,De, Esp, It 
MurielB
MurielB
Admin

Messages : 17908
Lieu : Calais
Langues : Français (Langue maternelle), Espéranto, Gb, De, It, Es, chinois

Revenir en haut Aller en bas

il cantico dei drogati Empty Re: il cantico dei drogati

Message  idaM Dim 3 Déc - 11:58

È molto interessante quello che scrivi Patrick. Mi ha colpito il possibile legame tra dipendenze e complesso di Edipo. Conosco De Andrè e mi piacciono molto le sue canzoni, ma non sapevo della sua vita tormentata e degli abusi. So che ha avuto un’ottima relazione con la moglie Dori Ghezzi, pure cantante e con un figlio (non so se ne ha avuti altri) e che è stato vittima di un sequestro di persona con la moglie in Sardegna, poi liberato. Al di là del complesso d’Edipo, è stato un cantautore poeta e i suoi testi sono bellissimi
idaM
idaM

Messages : 103
Lieu : Como
Langues : Italian (langue maternelle), es, fr, gb

Revenir en haut Aller en bas

il cantico dei drogati Empty Re: il cantico dei drogati

Message  MurielB Sam 20 Jan - 21:38


_________________
France Merci de me faire part des grosses fautes dans mes messages en langue étrangère (en Message Privé). Grâce à vos remarques, je pourrai m'améliorer  :-) 
Pour n'importe quelle  question =>muriel.bercez@gmail.com
Pour connaitre le mode d'emploi=>PRESENTATION
You Don't speak French              =>Gb,De, Esp, It 
MurielB
MurielB
Admin

Messages : 17908
Lieu : Calais
Langues : Français (Langue maternelle), Espéranto, Gb, De, It, Es, chinois

Revenir en haut Aller en bas

il cantico dei drogati Empty Re: il cantico dei drogati

Message  MicD Dim 21 Jan - 19:22

E' una canzone molto bella, la voce del cantante è commovente. Grazie per questa scoperta di un artista che non conoscevo. Un'altra lingua porta a un'altra cultura, a un altro mondo.
Bravo a Patrick per il suo articolo molto dettagliato.
Una osservazione, però: la visione freudiana divenne per un centinaio d'anni il principale filtro della psicologia. Attualmente il suo utilizzo è, se non contestato, almeno notevolmente ridotto.
MicD
MicD

Messages : 30
Langues : Fr(langue mater) Gb,Esp,It,Port,néerlandais,occitan

Revenir en haut Aller en bas

Revenir en haut


 
Permission de ce forum:
Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum